VI PRESENTO L’OLIGARCA PIER LUIGI BERSANI IL RINNOVATORE DEI VECCHI OLIGARCHI DEL PD


 

 

Pier Luigi Bersani

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera
  (Reindirizzamento da Bersani )
 

 

Conten

 Primi anni

 

Primi anni

Pier Luigi Bersani è nato il 29 settembre 1951 a Bettola , comune montano in NureValley, in provincia di Piacenza , Emilia-Romagna regione, Italia . Suo padre era un meccanico e un impiegato distributore di benzina. Dopo aver conseguito il liceo laurea in Piacenza , Bersani iscritto alla Università di Bologna dove si è laureato in filosofia con una tesi su Papa Gregorio I Ha sposato la signora Daniela Ferrari nel 1980, e ha due figlie:. Elisa e Margherita. Dopo una breve esperienza come insegnante ha dedicato la sua vita alla politica e alla pubblica amministrazione. [ 1 ]

modifica ]Carriera politica

modifica ]Gli inizi della carriera politica

Bersani aderito al Partito Comunista Italiano e, successivamente, il Partito Democratico della Sinistra . Come membro della Segreteria nazionale dei Democratici di Sinistra, è stato responsabile per il settore economico. Molto giovane, è diventato vice-presidente della Comunità Montana di Piacenza , poi eletto nelConsiglio regionale della Regione Emilia-Romagna regione e Vice-Presidente della Regione Emilia-Romagna nel 1990, è stato Presidente della Regione Emilia-Romagna dal 1993 al 1996.

modifica ]Centro-sinistra armadi (1996-2001)

Dopo l’ elezioni politiche del 1996 è stato Ministro dell’Industria, Commercio e Artigianato (1996-1999) e Ministro dei Trasporti (1999-2001) nel centro-sinistra armadi di Prodi , D’Alema , Amato .

modifica ]Parlamento europeo (2004-2006)

Nel 2004 è stato eletto al Parlamento europeo, che rappresenta il Nord-Ovest regione per i Democratici di Sinistra , che fa parte del gruppo socialista , e si sedette sulParlamento europeo ‘s commissione per i problemi economici e monetari . Era un sostituto per la commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori , un membro della Delegazione alla Unione Europea – Kazakistan , UE- Kirghizistan e UE- Uzbekistan commissioni di cooperazione parlamentare, e per le relazioni con il Tagikistan , il Turkmenistan e la Mongolia , e un sostituire la delegazione per le relazioni con la Bielorussia . Ha lasciato il Parlamento europeo per la sua rielezione alla Camera dei Deputati nel 2006, ed è stato nominato Ministro dello sviluppo economico nel governo del primo ministro Romano Prodi il 17 maggio 2006.

modifica ]Prodi II Governo (2006-2008)

Il Prodi II Gabinetto ha attribuito al Ministero dello Sviluppo Economico, Pier Luigi Bersani, il compito di fare le riforme, al fine di ottenere la liberalizzazione del mercato e la concorrenza più. Il ministro ha risposto con DL 223 del 30 giugno 2006, successivamente convertito nella legge 248/2006, popolarmente noto come il decreto “Bersani 1” su tassisti e farmacie, anche se indirizzata altri settori.

Bersani come segretario del PD .

La politica del governo della concorrenza e la liberalizzazione non fermarsi qui. “Bersani 1” è stato seguito da “Bersani 2” (decreto 7 del 31 gennaio 2007, convertito nella Legge 40 del 2 aprile 2007), e poi da una serie di fatture per la liberalizzazione delle professioni e di trasmissioni televisive, servizi pubblici locali, e energia, nonché la riduzione e semplificazione dei tempi e procedure per l’avvio di nuove attività.Un altro disegno di legge propone di razionalizzare le competenze delle autorità di regolamentazione, modificare e rafforzare le loro competenze, in particolare per quanto riguarda la concorrenza. Ancora un altro disegno di legge avrebbe introdotto e regolano le procedure giudiziarie per cause class action. [ 2 ]

modifica ]Segretario del Partito Democratico d’Italia (2009 -)

Il 25 ottobre 2009 ha sconfitto gli operatori storici Dario Franceschini e Ignazio Marino del Partito Democratico elezioni direzione , diventando così leader dell’opposizione in Italia, segnando 55,1% fra i membri. [ 3 ] Dal mese di novembre, 7 2009, come deciso dall’Assemblea Nazionale, Pier Luigi Bersani ha ufficialmente assunto l’incarico di Segretario del Partito Democratico d’Italia. [ 4 ]




I PARTITI PIU' CHE RIFONDARLI, BISOGNEREBBE SVECCHIARLI LETTERA PUBBLICATA DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA IL 15 C.M.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

provino fotografico da riversare sul mio blog

  PROGETTO GRAFICO, STAMPA E RILEEGATURA FATTA A MANO DA GABRIELE CERVI CHE SI AUTOFINANZIA

Castelverde 3 aprile 2012

Raccomandata un giorno con ricevuta

 

Al segretario dei Consiglio dei Ministri

Prof. Mario Monti

Roma

e.p.c    alla Commissione Europea dei diritti dell’uomo

 

 

LETTERA APERTA INVIATA TRAMITE RACCOMANDATA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI PROV. MARIO MONTI

 

Egregio Signor Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Mario Monti,

il 25 Gennaio 2012 tramite lettera raccomandata ho inviato  alla s.v. un opuscolo contenenti alcune proposte riguardanti una non più procrastinabile riforma dei partiti.

Nell’opuscolo fra i vari punti auspicavamo una corretto contributo che riguardasse le spese effettive sostenute dai vari partiti durante le elezioni politiche. I casi recentissimi dell’ex Margherita che hanno coinvolto l’ex tesoriere Lusi che ha dirottato diversi milioni di euro di contributi ad personam, i casi recenti della lega e nel passato anche di altri partitti,  oltre ad aver provocato profonda indignazione da parte della maggioranza dell’opinione pubblica, ci induce  noi cittadini, promotori del primo appello a riformulare un secondo accorato appello nei confronti di Sua Eccellenza con la speranza che la s.v. intervenga  in sinergia con i partiti per regolarizzare una volta per tutte il contributo elettorale che così come è oggi è da ritenersi fuori dalla legge .

In questi anni si sono sprecati milioni di euro per foraggiare partiti e  personaggi  politici di dubbia moralità. Lei con il suo governo avete chiesto a noi cittadini di fare sacrifici su sacrifici per cercare di risanare il nostro sfortunato paese governato e sfruttato  per decenni da politici poco onorevoli . da lobby e da caste.

A noi avete chiesto di   tutto e di più mentre nulla avete chiesto in termini di sacrifici alle varie lobby e alla nostra classe politica se non la tutela dei loro iniqui privilegi.

Per abbattere almeno in parte l’attuale iniquo status quo vi proponiamo  tramite un decreto legge di rendere almeno trasparente il contributo elettorale che crediamo sia giusto dare ai partiti ma osservando onestà e trasparenza.  Siamo al corrente che sono state presentate da parte di alcuni partiti politici alcune proposte di legge . Sappiamo che le proposte di legge lasciano il tempo che trovano nel senso che molte volte, passano anni prima di essere discusse… Noi cittadini non abbiamo  più  tempo.. il nostro tempo è scaduto ecco perché riteniamo che serva da parte vostra un  urgente decreto legge.

 

 

La nostra proposta tramite decreto legge consiste:

I partiti durante la campagna elettorale dovranno  preventivamente giustificare tutte le spese elettorali che  successivamente tramite mandati verranno saldate dal Parlamento. Compito del Parlamento (si auspica una commissione parlamentare  elettorale  ad hoc costituita da tutti i rappresentanti dei partiti) sarà di controllare e verificare  la legalità delle  varie pezze giustificative.  Il partito che presenterà delle pezze non in regola sarà sanzionato con un multa  e si vedrà nel contempo decurtare il successivo contributo elettorale. Personalmente sono contrario al referendum abrogativo indetto dal segretario dell’Idv On. Di Pietro in quanto ritengo che il contributo  dato ai  partiti sia più che legittimo  per garantire la democrazia e la pluralità nel nostro paese.

Sono sicuro che lei nella sua importante carica di Presidente del Consiglio dei Ministri sia il solo che possa tramite un decreto legge riportare nella legalità l’attuale status quo.

Sicuri, che questo nostro appello non cada nel vuoto ma che sia preso come impulso propositivo per addivenire al più presto ad una vera e radicale riforma  Le auguriamo tutto il bene possibile convinti che tutti siamo chiamati a dare il nostro fattivo contributo per il nostro beneamato paese.

Con profonda stima e ringraziando anticipatamente per la  Sua cortese attenzione inviamo a Sua Eccellenza i nostri migliori Auguri di Buona  Pasqua.

 

               

Gabriele Cervi

(fondatore su facebook del gruppo riforma dei partititi e dei sindacati codice etico)

 

PS: Copia di questa lettera è stata da me inviata anche alla Comunità Europea per informare la medesima di questa  nostra legittima iniziativa nella speranza che non si debba da parte nostra fare un ricorso  se da  parte vostra dovesse perdurare tale grave , iniqua ed eticamente scorretta irregolarità amministrativa..

 

Alleghiamo un cd dove si parla del nostro gruppo fondato su facebook e dove sono state riversate le nostre proposte con informazioni riguardanti lo spreco di denaro pubblico di cui  il Parlamento e i partiti  ne sono i massimi artefici.

PS: Copertina e cd sono stati prodotti artigianalmente  da Gabriele Cervi che si autofinanzia.

 IL GRUPPO SU FACEBOOKGRUPPO FONDATO SU FACEBOOK: RIFORMA DEI PARTITI E DEI SINDACATI. CODICE ETICO
 

COPERTINA GRUPPO RIFORMA DEI PARTITI E DEI SINDACATI CODICE ETICO SU FACEBOOK

 

 

LA SEGUENTE COPERTINA E’ STATA PRESA DAL LINK SU FACEBOOK DEL DOTT. FERDINANDO IMPOSIMATO AMMINISTRATORE DEL GRUPPO.

 

 

 

POLITICA E ANTIPOLITICA MIA RISPOSTA A MONS. RINI DIRETTORE DEL SETTIMANALE LA VITA CATTOLICA DIOCESI DI CREMONA GIOVEDI  3 NOV.2011

 

APPELLO: DOBBIAMO REGOLARIZZARE IL CONTRIBUTO DEI PARTITI LETTERA PUBBLICATA DAL SETTIMANALE IL PICCOLO DI CREMONA VENERDI 14 OTT.

 

 

 

 

 

 

 

 



 

18:25 Scritto da: mobbing21 | Link permanente | Commenti (0) | Segnala | OKNOtizie |  |  Facebook |  Stampa | 

 | 

 

 

 

17/10/2012

»Politica L’ESTINZIONE DEI DINOSAURI Nel Pd

 

L’ESTINZIONE DEI DINOSAURI

Nel Pd rotolano le teste dei

vecchi,

ma il vecchio Bersani guida i

l nuovo

 

 


VI PRESENTO L’OLIGARCA PIER LUIGI BERSANI IL RINNOVATORE DEI VECCHI OLIGARCHI DEL PDultima modifica: 2012-10-19T18:48:00+00:00da mobbing21
Reposta per primo quest’articolo