ROBERTO FORMIGONI UNO DI LORO


 

RAMAZZA LEGHISTA

Lombardia, Lega: “Si va al voto ad

aprile”

Il Carroccio concede solo una fiducia a tempo. Ma il

governatore aveva detto: “Se non mi fate arrivare al2015

lascio”. Le voci: subito il passo indietro?

La Lega archivia il governatore:
"Lombardia al voto in aprile". Replica: "Non era negli accordi, o nel 2015 o via subito"

Roberto Formigoni

 

CARO GESU' FERMA ATTILA- FORMIGONI I CATTOLICI VERI, NON DI FACCIATA, N0N SI MERITANO UN SECONDO LUCIFERO AL POTERE (IL PRIMO E' STATO ANDREOTTI E IL PAESE NE PORTA ANCORA I SEGNI)LA CHIESA NON E' MERCIMONIA TU CI HAI INSEGNATO BEN ALTRO...

26/08/2011 | CARO GESU’ FERMA ATTILA- FORMIGONI I CATTOLICI VERI, NON DI FACCIATA, N0N SI MERITANO UN SECONDO LUCIFERO AL POTERE (IL PRIMO E’ STATO ANDREOTTI E IL PAESE NE PORTA ANCORA I SEGNI)LA CHIESA NON E’ MERCIMONIA TU CI HAI INSEGNATO BEN ALTRO…

 

CARO GESU’ FERMA ATTILA- FORMIGONI I CATTOLICI VERI, NON DI FACCIATA, N0N SI MERITANO UN SECONDO LUCIFERO AL POTERE (IL PRIMO E’ STATO ANDREOTTI E IL PAESE NE PORTA ANCORA I SEGNI)LA CHIESA NON E’ MERCIMONIA TU CI HAI INSEGNATO BEN ALTRO…

Meeting, quei boy scout targati Cl

(video) 

“Solo Formigoni può diventare

premier”

 

Guai a voi scribi e farisei ipocriti!

 

 

 

LA CRISI E LA POLITICA. BASTA CON I VECCHI OLIGARCHI. LETTERA PUBBLICATA DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA LUNEDI 8 AGOSTO

Il presidente della Regione Lombardia smentisce di aver mai detto che il Pdl può vincere solo se Berlusconi non si ricandida. Ma a Rimini il loro uomo di punta ce l’hanno già, ed è proprio il leader indiscusso di Comunione e liberazione

Basta fare un giro per i lunghi corridoi della Fiera di Rimini oppure osservare gli stand di questo Meeting 2011 di Comunione e Liberazione. Quello che salta agli occhi a prima vista sono i giovani. Bambini che corrono in monopattino o su rollerblade e adolescenti che chiacchierano, ridono e aiutano la macchina organizzativa del meeting. Tutti in bermuda e polo, molto più simili a boy scout che a politici. Eppure quella macchina chiamata Cl attraverso il nome Compagnia delle Opere muove centinaia di milioni di euro, in Lombardia, nel campo della sanità, soprattutto, e in Emilia Romagna, dove ha sfondato quel muro che sembrava impenetrabile chiamato cooperative.

Video di Giulia Zaccariello

Sono tanti e impegnati. Ma appena si domanda loro qualcosa sulla politica, perché il meeting è anche quello, sembrano cadere dalle nuvole. Non sanno, o più spesso non vogliono sapere. Per loro il meeting è incontrarsi, traducendo letteralmente dall’inglese. Null’altro. Conoscere, vivere sette giorni in tranquillità. Questo è quello che dicono. Poi però scelgono, eccome se scelgono. E quasi sempre lo fanno nel nome del loro unico leader riconosciuto, Roberto Formigoni, meccanico, disegnatore, ingegnere di questa grande macchina.

Dunque abbiamo provato a chiedere chi potrebbe essere il prossimo candidato alla presidenza del consiglio e quasi tutti, a parte quelli che non vogliono rispondere, hanno risposto Formigoni. Il Gran Mogol – chi ha letto qualche manuale delle giovani marmotte sa bene chi è – di Comunione e liberazione. “Il meeting per me è come capodanno” dice uno di loro. “Un punto di inizio e di arrivo, da cui ripartire con nuove conoscenze ed esperienze”. Questo è quello che dicono. Perché nessuno, soprattutto dopo che lo stesso Formigoni ha detto e poi smentito che la salvezza del Pdl passa attraverso una non ricandidatura di Berlusconi, ha voglia di rispondere. Chi però ha visitato il meeting sa che l’unico capace di spostare voti è il presidente della Regione Lombardia.

Lo avevamo detto prima che iniziasse: sarà il primo meeting non contro Berlusconi, ma sicuramente non nel nome di Berlusconi. E così è stato.

Noi continuiamo il nostro viaggio all’interno della Fiera e a questo troviamo solo conferme. Non tutti, è vero, fanno parte di Comunione e Liberazione, ma certo nessuno di loro disprezza o mette in dubbio l’importanza di quel movimento. Alcuni di questi ragazzi lavorano, e hanno preso le ferie per poter partecipare alla manifestazione: “se dico Rimini, penso al meeting, non certo al mare o alla movida serale”. È qualcosa di importante, dunque, nell’ottica di questi ragazzi. Che preferiscono rinunciare alle vacanze al mare o in montagna per incontrare di nuovo gli amici conosciuti l’anno passato e scambiare impressioni, pensieri e risate.

Ci sono giovani volontari, che pagano vitto e alloggio, e lavorano per tutto il giorno. Altri, invece, che preferiscono fare i “turisti del meeting”, così si definiscono. E sono i sorrisi stampati sulle bocche dei giovani che parlano da soli. In quei sette giorni di incontri, mostre, dibattiti. Vengono da tutta Italia questi ragazzi e non solo, accompagnati da genitori o anche da soli, insieme ad altri amici.

A guardare bene tra gli stand, spunta una gigantografia del Presidente. E non può essere che lui, Formigoni. Il Presidente. C’è un banchetto, infatti, che regala gadget, braccialetti e cartoline del governatore della regione Lombardia, invitando grandi e piccoli a presentarsi l’indomani, quando Formigoni si presenterà “e ci dirà cosa vuole fare da grande, è una sorpresa” dicono sorridendo. Ma la risposta la danno poco dopo: “Il prossimo candidato alla presidenza del consiglio. Solo lui può diventare premier”.

di Emiliano Liuzzi e Nicola Lillo


 

PER VEDERE GLI ARTICOLI


SOTTOELENCATI


DIGITARE I TITOLI


Asilo Mariuccia, zero soldi e comunità chiuse Ma gli uomini di Cl ci guadagnano lo stesso

Le comunità dell’Asilo Mariuccia chiudono una dopo l’altra. I soldi della storica istituzione milanese per l’assistenza ai minori sono sempre meno. Eppure gli uomini legati a Comunione e liberazione che la gestiscono riescono a fare i loro interessi. Grazie anche ai finanziamenti pubblici. Il consiglio di amministrazione, nominato da… Leggi il resto >

Formigoni e i colletti bianchi delle cosche 

 

Ex assessore Oliverio: organizzai io la cena

Il 4 aprile del 2009 Ivano Perego, l’imprenditore brianzolo alla sbarra al processo Infinito di Milano (rito ordinario ndr) con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, partecipò a Milano al convegno “La giornata della sussidiarietà”, organizzata dalla Compagnia delle opere. Presenti, tra gli altri, il governatore della… Leggi il rest

 

26 agosto 2011

 

Meeting, quei boy scout targati Cl (video) 
“Solo Formigoni può diventare premier”

Basta fare un giro per i lunghi corridoi della Fiera di Rimini oppure osservare gli stand di questo Meeting 2011 di Comunione e Liberazione. Quello che salta agli occhi a prima vista sono i giovani. Bambini che corrono in monopattino o su rollerblade e adolescenti che chiacchierano, ridono e aiutano la macchina organizzativa del meeting. Tutti in… Leggi il resto >

 

21 agosto 2011

 

A pranzo con Tonino Guerra e Zavoli, poi l’apertura del Meeting

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è giunto a Rimini dove, in piazza Tre Martiri, ha deposto una corona d’alloro in memoria di tre partigiani riminesi uccisi dai nazifascisti. Leggi il resto >

 Bianchini

18 agosto 2011

 

Gli interessi della “Lobby di Dio” nel sistema sanitario lombardo

“La Lombardia sarà sicuramente inserita tra il gruppo di cinque Regioni con le performance migliori che rappresenteranno il riferimento per il calcolo dei costi standard”. Parola del ministro del Welfare, Maurizio Sacconi. E ancora, Silvio Berlusconi, a pochi giorni dalle elezioni regionali della scorsa primavera: “La Lombardia e il… Leggi il ARCHIVIO | di Enrico Bandini

 

18 agosto 2011

 

Come Comunione e liberazione è entrata (e comanda) nelle Coop rosse

Mancano ormai pochi giorni all’inizio del ciellino “meeting per l’amicizia fra i popoli” di Rimini. La manifestazione costa 8 milioni 475 mila euro, di cui il 71 per cento coperto da sponsor e pubblicità, circa il 20 dai punti di ristoro del meeting, mentre il resto proviene dagli incassi degli spettacoli e dalle donazioni di privati. Leggi il resto >


1 settembre 2011
 

Video su Youtube accusa il consociativismo del Meeting Cl. Ora rischia la rimozione

Si è concluso da dieci giorni il Meeting per l’amicizia tra i popoli di Rimini, ma l’eco dell’evento ha continuato a persistere sul web. Merito di un video di 9 minuti e mezzo realizzato da Saverio Tommasi, attore e regista fiorentino impegnato nella sensibilizzazione sociale e nell’informazione partecipata. Leggi il resto >

 

 

Smiting Festival a Rimini, l’antimeeting dalla cultura non imbalsamata

Non di sola piada e sangiovese vive la Romagna. Almeno a giudicare dal menù -non gastronomico- offerto dalla terza edizione dello Smiting Festival, primo festival nazionale della cultura non convenzionale, in programma a Rimini e dintorni da giovedì 1 a domenica 4 settembre, con una seconda appendice dal 27 settembre al 2 ottobre. Spettacoli,… Leggi il resto >

 

 31 agosto 2011

 

 

Meeting di Cl, industria senza crisi. In una settimana 38 milioni di euro di utili

Terminata la trentaduesima edizione del Meeting dell’amicizia tra i popoli, a Rimini si tirano le somme. In tempi di crisi la macchina dei soldi di CL e del suo braccio economico, la compagnia delle opere di Bernhard Scholz, ha fatto sì che confluissero nelle sue casse finanziamenti per oltre 8 milioni e mezzo di euro. Il 71 per cento della… Leggi il resto >

 

 

“Solo Formigoni può diventare premier”

Basta fare un giro per i lunghi corridoi della Fiera di Rimini oppure osservare gli stand di questo Meeting 2011 di Comunione e Liberazione. Quello che salta agli occhi a prima vista sono i giovani. Bambini che corrono in monopattino o su rollerblade e adolescenti che chiacchierano, ridono e aiutano la macchina organizzativa del meeting. Tutti in… Leggi il resto >

Una nuova terapia

 

Da anni ormai il San Raffaele di Milano è considerato uno dei centri ospedalieri, e polo universitario, più all’avanguardia. Leggi il resto >

 

CRONACA | di Marco Lillo

27 novembre 2011

Lo scandalo delle case di Mostacciano nelle carte dell’inchiesta sul crac del San Raffaele

Finalmente una Procura si interessa della storia delle ville del San Raffaele di Mostacciano, uno scandalo denunciato due anni fa dal Fatto. Due delle tre ville sono state comprate nel 2009 dall’Ifo di Roma (ente regionale che gestisce l’ospedale Regina Elena) al prezzo stratosferico di 10 milioni. Quei soldi, stanziati dal ministero… Leggi il resto >

 

GIUSTIZIA & IMPUNITÀ | di Redazione Il Fatto Quotidiano

18 novembre 2011

Crac San Raffaele, lungo interrogatorio 
per l’”intermediario” Piero Daccò

E’ in corso da stamattina l’interrogatorio di Pierangelo Daccò, l’imprenditore fermato nella notte tra il 15 e il 16 novembre nell’ambito dell’inchiesta sul crac del San Raffaele, l’ente ospedaliero fondato da don Luigi Verzè travolto da un “buco” di circa un miliardo e mezzo di euro. Il fermo è stato…Leggi il resto >

 

CRONACA | di Redazione Il Fatto Quotidiano

30 settembre 2011

San Raffaele, scatta l’inchiesta penale 
per bancarotta e false fatturazioni

Dopo la richiesta di fallimento, per il crac del San Raffaele scatta l’inchiesta penale. I pm della Procura di Milano Luigi Orsi e Laura Pedio hanno aperto un’indagine a carico dell’ex management della fondazione per bancarotta, ostacolo agli organi di vigilanza e fatture false per operazioni inesistenti. Tra le fonti di prova… Leggi il resto >

 

CRONACA | di Redazione Il Fatto Quotidiano

11 agosto 2011

L’Espresso: “Spunta l’ombra della camorra 
sui grandi appalti del San Raffaele”

Spunta l’ombra della camorra nell’indagine sul crac del San Raffaele, che ha portato al suicidio di Mario Cal, braccio destro di don Luigi Verzé. Lo rivela l’Espresso, nel numero in edicola domani, in un’inchiesta firmata da Paolo Biondani e Luca Piana. Il settimanale racconta la storia della Diodoro costruzioni, che dal… Leggi il resto >

 

ARCHIVIO CARTACEO | di Marco Politi

24 luglio 2011

San Raffaele, cassa vaticana

Il cardinale Bertone ha messo il dito nell’ingranaggio del San Raffaele e ora rischia di vedersi stritolare il braccio e forse più. Perché se persino il prudente Corriere della Sera sente odore di fondi neri, tangenti, corruzione e bustarelle a non meglio individuati uomini politici, vuol dire che la conquista dell’impero di don Verzè,… Leggi il resto >

 

ECONOMIA & LOBBY | di Vittorio Malagutti

21 luglio 2011

I miracoli di don Verzè

Piantagioni brasiliane. Palazzi e ospedali nei Paesi dell’est Europa. Aerei ed elicotteri intestati a società della Nuova Zelanda. È ufficialmente cominciata la caccia al tesoro del San Raffaele. Ma per trovare le tracce delle centinaia di milioni di investimenti sballati che hanno messo sul lastrico l’impero sanitario di don Luigi Verzé… Leggi il resto >

 

CRONACA | di Davide Milosa

21 luglio 2011

Appalti e mazzette, il business del caro estinto 
Dal San Raffaele fino al Comune di Milano

Mario Cal, storico braccio destro di don Verzè, entra nel suo ufficio poco dopo le dieci di mattino del 18 luglio. Dodici giorni prima, complice un buco di bilancio di 900 milioni, il cda del San Raffaele è stato rimescolato con l’ingresso di quattro uomini del Vaticano. La Santa Sede garantisce un piano di salvataggio e 200 milioni sicuri… Leggi il resto >

 

CRONACA | di Redazione Il Fatto Quotidiano

18 luglio 2011

 

L’ex vicepresidente del SanRaffaele, Mario Cal, si è suicidato con un colpo di pistola nel suo ufficio all’interno dell’ospedale milanese, dove lavorava da circa trent’anni. Trevigiano, 71 anni, nei giorni scorsi era stato ascoltato dalla procura di Milano in relazione al buco da oltre un miliardo di euro nei conti del…

Leggi il resto >+++


 


FORMIGONI DIGITA QUI SOTTO:

 

 

 


DIGITA QUI SOTTO PER ENTRARE E VISIONARE IL NOSTRO GRUPPO. SE POI LO TROVI INTERESSANTE CHIEDI L’ADESIONE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


ECONOMIA & LOBBY 
| di Eleonora BianchiniARCHIVIO CARTACEO 
| di Vittorio Malagutti

24 agosto 2011

 

Le vie di Cl portano off-shore

Milano – Che ne sapranno mai in Nuova Zelanda dei business milionari dei ciellini, tra grandi appalti, alberghi e pale eoliche? Eppure, seguendo gli affari degli uomini d’oro della Compagnia delle Opere, si arriva proprio nel Paese degli All Blacks, in un sobborgo di Auckland, la più grande città neozelandese. In Parnell road,… Leggi il resto >

Commenti (35) | 

 

18 agosto 2011

 

Gli interessi della “Lobby di Dio” nel sistema sanitario lombardo

“La Lombardia sarà sicuramente inserita tra il gruppo di cinque Regioni con le performance migliori che rappresenteranno il riferimento per il calcolo dei costi standard”. Parola del ministro del Welfare, Maurizio Sacconi. E ancora, Silvio Berlusconi, a pochi giorni dalle elezioni regionali della scorsa primavera: “La Lombardia e il… Leggi il resto >

Commenti (342) | 

 

 

ARCHIVIO | di Enrico Bandini

18 agosto 2011

 

Come Comunione e liberazione è entrata (e comanda) nelle Coop rosse

Mancano ormai pochi giorni all’inizio del ciellino “meeting per l’amicizia fra i popoli” di Rimini. La manifestazione costa 8 milioni 475 mila euro, di cui il 71 per cento coperto da sponsor e pubblicità, circa il 20 dai punti di ristoro del meeting, mentre il resto proviene dagli incassi degli spettacoli e dalle donazioni di privati. Leggi il resto >

Commenti (39) | 

 

 CRONACA | di Mario Portanova

4 agosto 2011

 

Da Mora alla Moratti, tutti gli affari 
del boss Fidanzati, il re della Movida

Avevano le mani in pasta in molti grandi affari gli uomini di Guglielmo Fidanzati, trafficante di droga e figlio del boss di Cosa nostra Gaetano, a cui la Guardia di finanza di Milano ha sequestrato oggi beni per 15 milioni di euro, compresi locali di grido della movida cittadina come il Luminol, il Café Solaire, il ristorante Moscati e, fino al… Leggi il resto >

 

 

 

BLOG | di Riccardo Lenzi

27 maggio 2011

 

Lo strano caso del ragionier Sansavini

Se il politico romagnolo più conosciuto è Vasco Errani, forse l’imprenditore più influente è il ragioniere-milionario Ettore Sansavini, fondatore di GVM-Gruppo Villa Maria. Sconosciuto ai più, rispettato e riverito dai potenti, va d’accordo con tutti: comunisti, repubblicani, ciellini. E persino con la Libia. Intoccabile e… Leggi il resto >

 

 

POLITICA & PALAZZO | di Ferruccio Sansa

1 febbraio 2011

 

La “Madunina” ricoperta di cemento

 

 

21 dicembre 2010

 

Privato è meglio? 
Dal libro “La lobby di Dio” di Ferruccio Pinotti

Privato è meglio? Dal capitolo “Il business della sanità” del libro “La lobby di Dio” (di Ferruccio Pinotti, Chiarelettere) Leggi il resto >

 

 

ARCHIVIO | di Redazione Il Fatto Quotidiano

21 dicembre 2010

 

Ospedali? No aziende della CdO 
Dal libro “La lobby di Dio” di Ferruccio Pinotti

Ospedali? No, aziende della Compagnia delle opere – Dal capitolo “Il business della sanità” del libro “La lobby di Dio” (di Ferruccio Pinotti, Chiarelettere) Leggi il resto >

 

 

Padova, scoppia una nuova Why nor. A giudizio per truffa gli uomini di Don Giussani

  

Padova Scoppia una “Why Not” in salsa veneta. È piombato infatti un terremoto sulla Compagnia delle Opere del Nord Est: l’ex presidente della CdO Nordest Graziano Debellini e altri nove esponenti di spicco del movimento sono stati rinviati a giudizio a Padova con l’accusa di truffa aggravata ai danni dello 

 

 




 

20:41 Scritto da: mobbing21 | Link permanente | Commenti (0) | | OKNOtizie |  Facebo


 

 

ROBERTO FORMIGONI UNO DI LOROultima modifica: 2012-10-14T08:38:00+00:00da mobbing21
Reposta per primo quest’articolo